Skip to content

CHI SIAMO

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Piero Calamandrei, in un suo celebre discorso sulla Costituzione italiana tenuto di fronte a dei giovani studenti milanesi il 26 gennaio 1955, così diceva riferendosi all’art. 3:

Nella nostra Costituzione c’è un articolo che è il più importante di tutta la Costituzione, il più impegnativo. Dice così: «È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli […] che impediscono il pieno sviluppo della persona umana». E allora voi capite da questo che la nostra Costituzione è, in parte, una realtà; in parte, è ancora un programma, un ideale, una speranza, un impegno, un lavoro da compiere.

Ispirandosi alle parole di Piero Calamandrei, in una fase di polarizzazione dell’opinione pubblica rispetto alle questioni dell’inclusione, Newton S.p.A. nel 2019 promuove una campagna stampa nazionale chiedendo alle imprese, alle associazioni del Terzo settore e alle università di incontrarsi a Bologna per costituire un ecosistema teso alla promozione di un nuovo modello di leadership inclusiva che sia autenticamente capace di affrontare le questioni dell’equità nei luoghi di lavoro e nel Paese in chiave intersezionale.

Rispondono all’appello 171 imprese, 68 associazioni, 9 università, 1200 persone in presenza e 12.000 in streaming

Il Comitato Global Inclusion – art. 3 è l’organismo avente ad oggetto la concreta attuazione e difesa dei principi sanciti dall’art. 3 della Costituzione italiana creato con l’obiettivo di favorire questo scambio di esperienze tra le organizzazioni agenti del cambiamento che dal 2019 ogni anno aderiscono al programma culturale. Il Comitato persegue in via esclusivo e senza scopo di lucro finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale come definite dall’art. 1 della Legge n. 106/2016 e s.m.i. È stato avviato il disegno di trasformazione del Comitato nella Fondazione Global Inclusion – art. 3. Nel 2021 il Comitato organizzatore promuove la stagione culturale insieme a Il Sole 24 Ore con l’Associazione Italiana per la Direzione del Personale.

Il Presidente del Comitato è

LUIGI BOBBA

Curatore della riforma del Terzo Settore, diventata legge nel 2016, della riforma del Servizio Civile Universale e delle politiche della formazione professionale con l’introduzione per la prima volta in Italia di un sistema duale scuola e lavoro e del contratto di apprendistato formativo. Ha seguito lo sviluppo delle politiche per il welfare aziendale, per l’inserimento lavorativo dei migranti, la riforma degli istituti di patronato e le misure di sostegno per il lavoro autonomo e lo smart working. È presidente di Terzjus – Osservatorio di diritto del Terzo settore, della filantropia e dell’impresa sociale.

Nel 2021 Global Inclusion propone un kick-off, 9 occasioni di approfondimento e un evento di chiusura